Chi siamo

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok
Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Definizioni
I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

Tipologie di cookie
In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie si possono distinguere diverse categorie:
- Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.
- Cookie di profilazione. I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l'art. 122 del Codice laddove prevede che "l'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all'articolo 13, comma 3" (art. 122, comma 1, del Codice). Il presente sito non utilizza cookie di profilazione.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE

Il laureato magistrale ha conoscenze idonee a comprendere tutti i settori del diritto positivo in una prospettiva non meramente normativa, ma anche culturale e sociale. Partendo dall'evoluzione storica del diritto, s'intende fornire allo studente un apparato sistematico e critico di conoscenze legate alla struttura dell'esperienza giuridica, sia nazionale che sovranazionale e comparata, arrivando ad avere una comprensione profonda dell'impatto della tecnologia sui processi relativi, del lessico giuridico anche in una lingua dell'UE diversa dall'italiano, sviluppando, altresì, capacità di cogliere le crescenti connessioni, da un lato, tra la dimensione nazionale e sovranazionale del diritto, dall'altro lato, tra il mondo economico-finanziario e quello giuridico. Dunque, il laureato in Giurisprudenza conosce e comprende, nelle sue linee fondamentali, il sistema delle relazioni internazionali e il diritto europeo. Ha conseguito le conoscenze storiche e di teoria generale, che risultano necessarie per valutare principi e istituti del diritto attuale anche alla luce della loro evoluzione nel tempo. È in grado di comprendere singole norme, inquadrandole nel sistema normativo al quale appartengono, di individuarne radici e modelli in un'ottica di comparazione, che tenga conto degli intrecci tra le grandi famiglie degli ordinamenti giuridici (Civil Law, Common Law). Nel corso dei primi tre anni vengono gettate le fondamenta di una solida conoscenza della cultura giuridica di base nazionale ed europea, mentre la capacità di affrontare tematiche più complesse è affinata, in particolare, tramite gli insegnamenti degli ultimi due anni, destinati a fornire competenze specialistiche nei diversi ambiti del sapere giuridico e a consentire allo studente di approfondire, seguendo le proprie aspirazioni e i propri desiderata, le materie più confacenti ai propri interessi, nell'ambito del percorso prescelto, e di acquisire così ulteriori specifiche conoscenze e competenze.

Le conoscenze sono acquisite mediante diversi strumenti didattici:

  • lezioni frontali;
  • attività di tutorship;
  • laboratori;
  • seminari;
  • stage e tirocinio.

È parte integrante della formazione lo studio individuale. La preparazione della prova finale costituisce un'ulteriore rilevante occasione di approfondimento di argomenti specifici. L'accertamento dell'effettivo apprendimento è effettuato tramite esercitazioni e prove in itinere e finali.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

Il laureato magistrale ha gli strumenti per interpretare il diritto positivo come prodotto sociale complesso. Ha acquisito la capacità di applicare le proprie conoscenze alla soluzione di specifici problemi giuridici in contesti professionali diversi: da quelli propri delle professioni legali tradizionali a quelli specifici dei giuristi inseriti in imprese pubbliche e private, nei vari settori della pubblica amministrazione, in istituzioni comunitarie e in organizzazioni internazionali. Tali capacità di applicazione sono conseguite tramite:

  • laboratori del diritto e attività che comportino la stesura concreta di documenti, contratti, atti processuali, svolti anche mediante lavori di gruppo;
  • attività esterne quali stage e tirocini presso aziende pubbliche e private, enti e istituzioni, studi professionali.

Anche la preparazione della tesi rappresenta un momento per l'applicazione delle competenze acquisite.

La verifica dell'acquisizione di tali capacità è effettuata attraverso prove scritte e/o orali e attraverso laboratori ed esercitazioni, la frequenza di seminari, le esperienze di tirocinio.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO

Il laureato in Giurisprudenza acquisisce un pensiero critico che lo pone in grado di approccarsi alla complessità dell'ordinamento nazionale e internazionale, nonché alle dinamiche giuridiche innescate da una visione sempre più globale dei problemi. L'acquisizione, durante l'intero percorso formativo, degli strumenti metodologici utili per la raccolta, l'interpretazione e l'applicazione delle fonti normative, è determinante per aiutare il giurista a guardare, in una prospettiva comparatistica e internazionalistica, ai problemi giuridici e alle loro soluzioni da differenti prospettive, nonché per lo sviluppo di un'attitudine all'individuazione delle soluzioni dei casi pratici, per la giustificazione del procedimento attraverso il quale si consegue il risultato, per la disamina critica di soluzioni alternative.

Le capacità di giudizio evidenziate sono acquisite tramite il combinarsi di:

  • forme di apprendimento più tradizionale (lezioni frontali di carattere istituzionale, e studio sui manuali e sulle fonti indicate nel corso);
  • ricerche specifiche organizzate su temi approfonditi, eventualmente anche informa di gruppo o collettiva;
  • simulazioni di processi in ogni ambito formativo;
  • lezioni impartite con metodo problem based;
  • elaborazione e discussione della tesi di laurea;
  • tirocini formativi;
  • periodi di studio all'estero, sia per sostenere e superare singoli esami sia per preparare o approfondire la tesi di laurea.

Queste capacità sono verificate tramite:

  • sostenimento e superamento dei singoli esami;
  • redazione ed esposizione di tesine nell'ambito dei singoli corsi;
  • elaborazione e discussione della tesi di laurea.

ABILITÀ COMUNICATIVE

I laureati magistrali in Giurisprudenza sono in grado di comunicare in forma scritta e orale informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti in ambito giuridico. Acquisiscono abilità oratorie e di argomentazione, con attenzione anche agli aspetti della dialettica e della retorica; sono in grado di negoziare, stabilire relazioni fiduciarie, comunicare, lavorare in team.

Il Corso di Studio è orientato a sviluppare la capacità di comunicare il sapere giuridico mediante:

  • prove d'esame orali basate sulla valutazione oltre che delle nozioni anche delle capacità espositive e argomentative;
  • elaborazione e discussione di prove scritte intermedie;
  • elaborazione, stesura e discussione della tesi di laurea;
  • partecipazione ad esercitazioni su casi pratici e a simulazioni processuali o di mediazione dei conflitti;
  • partecipazione a seminari e momenti di interazione con visiting professors stranieri per acquisire dimestichezza con il linguaggio giuridico anche nelle lingue diverse dall'italiano;
  • tirocini formativi.


Queste capacità sono verificate tramite:

  • sostenimento e superamento dei singoli esami;
  • redazione ed esposizione di tesine nell'ambito dei singoli corsi;
  • elaborazione e discussione della tesi di laurea.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO

Nella piena consapevolezza dell'intrinseca obsolescenza e mutevolezza del dato normativo, i laureati magistrali in Giurisprudenza acquisiscono le capacità di approfondimento e di autonomo aggiornamento che consentono al professionista di integrare le conoscenze acquisite durante gli studi con quelle dovute alle evoluzioni del sistema giuridico.

Queste capacità sono acquisite tramite:

  • preparazione degli esami lungo il corso di studi;
  • redazione di tesine nell'ambito dei singoli esami;
  • elaborazione della tesi di laurea.

Queste capacità sono verificate tramite:

  • sostenimento e superamento dei singoli esami;
  • esposizione di tesine nell'ambito dei singoli corsi;
  • discussione della tesi di laurea.

Contatti

 

sad.giurisprudenza@unisannio.it (Segreteria Didattica)

info@giurisprudenzaunisannio.it (Info Navigazione Sito)

DIPARTIMENTO DEMM

Palazzo de Simone - 82100 Benevento
Dove Siamo
P.IVA e C.F. 01114010620
Codice Univoco Fatturazione Elettronica: J2C9B4